Ignifer, la musica della gente

Ultima modifica: Mercoledì 07 Aprile 2010


La Confraternita della Madonna di San Giovanni in collaborazione con il Comune di Ripatransone, artenomade e la Gioventù Cavallizzata organizzano per Venerdì 09 Aprile 2010 dalle ore 19 il Festival "Ignifer, la musica della gente" nel contesto dei festeggiamenti per l’Ottava di Pasqua. Nato come continuazione della rassegna di band emergenti "La Veglia del Cavallo di Fuoco" tenutasi dall'edizione del 2005 della festività cittadina, il festival sarà un contenitore di musica etno/popolare. Dal tardo pomeriggio, quindi, le vie del centro storico saranno invase da suoni antichi ma sempre attuali.
Due saranno le partecipazioni della prima edizione: quella di Pino Pontuali e dell'Orchestrina Popolare.
Pino Pontuali svolgerà un percorso itinerante attraverso le locations di "Primavera dell'Olio" (evento oleo-gastronomico ripano previsto nei giorni 09/10/11 Aprile); si interessa di musica tradizionale e dal 1980 fa ricerca nelle campagne e nei paesi più sperduti del Lazio, raccogliendo testimonianze sui canti e sulle musiche tradizionali. Dai suonatori tradizionali acquisisce una notevole esperienza di tecnica esecutiva dell’organetto ed un vasto repertorio di musiche da ballo popolare (saltarelli, tarantelle, gighe, tresche, tresconi, manfrine, scotis, courente, quadriglie, polche, valzer mazurche, ecc.). Profondo conoscitore del repertorio per organetto, in particolare del centro Italia, è molto attivo e richiesto nelle manifestazioni di musica tradizionale, dove la sua capacità di coinvolgimento è trainante. L'Orchestrina Popolare terrà, invece, un concerto in piazza Matteotti dalle ore 21.30 nel quale reinterpreterà la tradizione esaltandola attraverso una fusione di stili espressivi, sonorità inconsuete e ritmi incalzanti, attualizzando così la percezione dell’identità musicale tradizionale come sintesi di un più ampio contesto culturale. Il gruppo oltre alla musica tradizionale marchigiana e dell’italia centrale presenta un’ampia panoramica sulla musica popolare italiana con particolare attenzione a quella del sud-Italia e, attraverso composizioni singolari, evidenzia le affinità esistenti tra la musica popolare del nord-europa con quella del sud-europa e più in generale del mediterraneo. L'ingresso è libero. Alleghiamo la locandina dell'evento e la cartolina pubblicitaria.

Aggiungi commento


Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido!